Ricette Dolci

preparando dolci

preparando dolci

Vorrei usare questo spazio virtuale per esorcizzare una mia nuova paura esistenziale. Ultimamente ho saputo che mia cugina ha confidato alla mia fidanzata (non ha avuto il coraggio di dirmelo in faccia, la maledetta), che sto ingrassando in maniera preoccupante. Ora una persona normale, mi rendo conto, preoccupandosi di questo, penserebbe di consultare un dietologo, magari di informarsi su internet o al limite, proprio non volendo far nulla, di mangiare meno. Ecco, io invece voglio provare una tecnica di dimagrimento nuova, l’esorcismo digitale, ovvero, la proposizione in una sola pagina web, di tutti i miei pensieri da #foodporn sulle ricette di dolci, che come potrete immaginare al momento rappresentano il mio incubo peggiore.

Per fare questo mi sono documentato sul miglior sito di ricette dolci che ho trovato in rete, ricettedalmondo.it. È stata un’autentica violenza auto inflitta girare tra quelle foto, ma conto di dimagrire proprio per questo, in effetti se ci pensate, la giovane Park Seo-yeon guadagna novemila dollari al mese mangiando letteralmente per ore senza fermarsi ed è magrissima. DEVE AVERE UN SEGRETO. Io qui farò la stessa cosa che fa lei, però senza mangiare, solo scrivendone…e vediamo se funziona.

Il concetto di continenza
Più acribia
Ricette dolci veloci
Ricette dolci bimby
Ricette dolci light
Ricette dolci vegani
Ricette dolci integrali
Ricette dolci senza glutine
Ricette dolci al cucchiaio
Piccola pasticceria
Ricette dolci estivi
Ricette dolci etnici
Ricette dolci alla nutella
Ricette wedding cake
Ricette dolci per le feste
Ricette dolci regionali per i santi

 

Il concetto di continenza

Prima di cominciare questa carrellata di ricette dolci senza pietà, vorrei porre l’accento su di un concetto attribuito a Sant’Agostino, la continenza, che è descritta nel vocabolario come:

La moderazione, il governo di sé stessi. Una virtù per la quale l’uomo contrasta e vince l’appetito dei diletti corporei e non dà ai bisogni della natura se non quanto è lecito e necessario.

È esattamente questo lo scopo di quest’articolo, che quindi gira tutto intorno al concetto di continenza.

 

Più Acribia

L’acribia è la virtù di chi è meticoloso, puntiglioso, preciso e accurato in quello che fa. È un vocabolo colto che descrive perfettamente la dote in possesso dei migliori foodblogger, che secondo me non sono quelli che si limitano a scattare belle fotografie ai piatti che preparano, ma piuttosto coloro che effettuano lavori di ricerca scrupolosi per individuare le ricette dolci più particolari come magari le ricette tipiche o quelle regionali, il cui nome viene spesso accostato a quello di un santo patrono ecc. L’acribia è quindi un vero abito mentale, non il semplice essere attenti perché convinene, ma l’essere accurati perché si è mossi da passione profonda per le ricette di cucina. L’articolo che segue è il prodotto della mia acribia. 🙂

 

Ricette Dolci Veloci

Alcuni per fretta, altri per indole, sicuramente nessuno per passione, fanno dolci in poco tempo. Per me che sono appassionato di cucina (nel senso del mangiare) vuol dire essenzialmente avere più tempo per ingurgitare leccornie. Quindi via con le ricette di dolci facili.

Creme a freddo, tiramisù, in generale i dolci al cucchiaio e quelli che non prevedono cottura, quindi tutta la frutta che viene ripassata in padella e caramellata con aggiunta di uvetta  e magari accompagnata con un cucchiaio di gelato, un po’ di panna, savoiardi. Le ciambelle e i ciambelloni, velocissimi da preparare perché in forno ci stanno per poco. Coppette di mascarpone con dentro del cioccolato, gli amaretti, delle castagne, i frutti di bosco. Per lo stesso tipo di preparazioni si usa anche lo yogurt intero, montato, condito con frutti di bosco o cacao o ancora castagne. Si tratta fondamentalmente di tutte le ricette dolci facili. Se parliamo di #foodporn, questa è chiaramente una sveltina. 🙂

Esempi di dolci veloci:

Palline di nutella con mascarpone e cocco
Tiramisù
Crepes
Frutta flambè
Pan perdù

 

Ricette Dolci Bimby

Il bimby in pratica mette le mani in pasta al posto tuo. Ideale per la pasta frolla perché puoi lavorare l’impasto anche in quantitativi grandi proprio perché non ti affatichi. Fondamentalmente ti velocizza una serie di procedure come gli impasti, quindi oltre alla frolla anche la pasta brioche. Velocizza il tempo destinato alla preparazione dell’impasto, che fatto a mano è molto più faticoso. Chi ama cucinare non preferisce il bimby, perché costa tanto e in pratica serve solo a questo, ma per me, che sono un erotomane mangereccio, averne uno, anche di seconda mano sarebbe ideale.

Esempi dolci col bimby

Creme
Mousse
Pasticcini di pasta di mandorla
Girelle alla nutella
Panini alla nutella

 

Ricette dolci Light

Tutti i dolci allo yogurt oppure i dolci che tra gli ingredienti sostituiscono la parte grassa, tipo il burro, con lo yogurt. I dolci che sostituiscono il burro con l’olio d’oliva, quelli che utilizzano tipi di zucchero meno raffinato, come lo zucchero di canna, che comunque sono difficili perché cambiano gli equilibri strutturali della ricetta, per capirci, un dolce fatto con lo zucchero di canna può crescere molto di meno rispetto a uno con lo zucchero normale. Si potrebbe usare il fruttosio al posto del saccarosio e ottenere analoghi (ottimi) risultati.

Un altra possibilità per sfruttare le ricette di dolci dietetici è usare il miele anziché lo zucchero, il cioccolato fondente (studi  dimostrano che il cioccolato fondente è un incredibile alleato nelle diete) anziché il cioccolato al latte che invece contiene burro di cacao, o ancora, si possono utilizzare le farine integrali, sostituendole almeno per il 50%. Anche le uova sono molto caloriche. Ci sono infatti moltissime procedure per fare dolci e biscotti senza uova. Certamente fra dolci con crema pasticciera e dolci alla frutta è facile intuire quali siano più leggeri e dietetici.

Esempi di dolci light

Plumcake (con lo yogurt)
Torta allo yogurt
Torta di mele
Budino al cacao light

 

Ricette dolci Vegani

Le diete vegane comprendono dolci senza uova, senza latte o derivati, quindi burro, yogurt ecc. Sostanzialmente rispetto ai dolci, quelle per Vegani sono ricette che contengono frutta e vari tipi di zuccheri tra cui lo zucchero di canna, mescolati con farine di vario genere. Una serie di grassi vegetali sostituiscono l’uovo come elemento legante o agente di lievitazione, e dall’altra il burro, come parte grassa. Al posto del latte si possono usare vegetali come il latte di soia, di riso o d’avena, al posto del burro si usa l’olio e al posto delle uova vengono utilizzate maezena (una farina lievitante) o una banana schiacciata per dare consistenza. Insomma, si rinuncia completamente al sapore goloso delle sostanze di origine animale per abbracciare una dieta sicuramente magra, sana e perfino depurativa.

Esempi di dolci vegan

Tiramisù alla zucca
Cheesecake al tofu
Gelato in casa senza uova

 

Ricette dolci integrali

I dolci integrali sono quelli fatti con la farina integrale o con cereali in alternativa alla farina classica di tipo 00. In questo momento intercettano una tendenza diffusa che gira intorno all’alimentazione sana e naturale. Sono fondamentalmente più magri e salutari, non è un caso infatti che nelle ricette di dolci integrali venga consigliato spesso di usare anche una minore quantità di zucchero e uova. Oltre ad essere salutari sono praticamente l’unica alternativa che i vegani hanno alla totale astinenza da dolci Importante: non si può usare unicamente farina integrale al posto di quella normale, ma solo in parte, perché altrimenti non legherebbe con gli altri ingredienti per l’impasto proprio per le sue caratteristiche di granulosità. Molti preferiscono i dolci integrali non solo perché più leggeri, ma anche in virtù del loro sapore meno “stucchevole” e preponderante sulle note dolci. La fragranza e l’aroma della farina integrale si sentono e danno un connotato di gusto particolare, che tanti apprezzano.

Esempi di dolci integrali

Ciambellone integrale
Torta della nonna
Crostata ripiena di crema d’avena
Dolce minuetto (mele cotogne e chiodi di garofano)
Soffiato di mandorle
Soffiato d’avena
Soufflè osiride
Semifreddo al miglio

 

Ricette dolci senza glutine

I dolci senza glutine non intercettano tanto una tendenza quanto una necessità, quella dei celiaci, di far fronte a un’intolleranza alimentare. La presenza o meno del glutine nelle farine cambia in modo sostanziale la struttura degli impasti, cioè conferisce a questi una maggiore o minore elasticità. Il glutine trattiene gli amidi e i gas della fermentazione per cui tutti gli impasti che utilizzano farine senza glutine devono prevedere accorgimenti ad hoc per far fronte a questa particolarità. Molte sono le farine in commercio senza glutine, con diverse miscele di cereali a base di amido di mais o di riso deglutinato. Ma i dolci non si fanno solo con la farina, esistono anche tavolette di cioccolato senza glutine che sono ideali per preparare torte per celiaci. Insomma, alla fine nessuno resta scontento. L’ingegno vince!

 

Ricette dolci al Cucchiaio

Sono MONDIALI e come suggerisce il nome, li puoi consumare usando un cucchiaio. Sono molto femminili perché hanno una componente di morbidezza che spesso manca nelle abitudini di consumo di noi maschietti, solitamente più attratti dai dolci (dagli alimenti in genere) dalla consistenza più dura, insomma, a noi piace masticare, mentre i dolci al cucchiaio sono più suadenti e per questo più vicini al gusto medio delle donne. Quelli storici sono il soufflé da forno, i budini che devi cuocere, come la pannacotta o anche il clafoutis che si fa in forno. Poi ci sono quelli freddi, fatti con i fogli di gelatina (colla di pesce): la bavarese, il semifreddo, appunto le gelatine (il cosiddetto gelo). Ancora ci sono i dolci da frigo come il tiramisù. È divertente il fatto che siano consumabili in declinazione monoporzione, assolutamente perfetta per i dolci al cucchiaio, quindi molto interessanti da proporre agli invitati durante le feste. Ecco, io amo i dolci dalla consistenza più solida, però diciamo la verità, come si fa a non impazzire davanti a una cucchiaiata di paradiso? 😛

Esempi di dolci al cucchiaio

Clafoutis caldo
Mousse di ricotta e fragole
Soufflè di cioccolato
Torta menta cocco e nutella
Torta di pane al cioccolato
Torta soffice con arachidi e cioccolato

 

Piccola pasticceria

Al contrario delle ricette al cucchiaio, la piccola pasticceria evidentemente dev’essere un piacere più maschile (sfido qualunque donna a condividere questa affermazione). Si usa per accompagnare il the o altra bevanda, solitamente è servita a fine pasto in caso di celebrazioni o nei momenti più conviviali in cui una famiglia si riunisce sotto lo stesso tetto. Si sceglie per accompagnare il caffè o nel pomeriggio come accennavo, si consuma insieme al the, ma qui dovrei aprire una discettazione sulle origini anglosassone dell’usanza di consumare il the alle cinque del pomeriggio, in cui di solito la bevanda calda è accompagnata dai classici biscotti al burro inglesi.

 

Ricette dolci Estivi

L’estate, soprattuto i mesi più caldi, cioè quelli che trascorreresti volentieri nel frigorifero, è appunto la stagione dei dolci freddi e semifreddi, delle torte gelato e dei sorbetti. Le torte alla crema, più morbide e appaganti, lasciano spazio alle torte alla frutta fresca, più magre e indicate anche dai nutrizionisti per i periodi in cui il sole picchia forte.

Molti dolci al cucchiaio sono estivi, come le bavaresi, le charlotte, i semifreddi e appunto tutti gli abbinamenti fra creme e frutta. In estate ci si sbizzarrisce con i gelati fatti in casa inventando i gusti più insoliti (tipicamente rubati come idee alle gelaterie super fornite) e con le granite per le quali vale lo stesso ragionamento.

Esempi di dolci estivi

Semifreddi
Gelati
Granite
Bavaresi
Budini
Charlotte
Cheesecake

 

Ricette dolci Etnici

cervello-scimmia-semifreddo

cervello di scimmia semifreddo

Paese che vai, usanze che trovi. Questa grande verità può portare a scoperte sia positive che negative, ma in ogni caso almeno per me, a meno di non trovarmi nel piatto il famoso cervello di scimmia semifreddo con la ricetta tipica del palazzo reale di Pankot, conserverò sempre il rispetto per le culture diverse dalla mia, lo prometto.

Ci sono i cookies, tipici biscotti inglesi con gocce di cioccolato, la crema catalana, la crema chantilly e quella inglese, il kefir (ottimo quello fatto in casa), il pancake, il muffin in tutte le sue declinazioni, l’americanissima cheesecake, il gelato fritto cinese, il rice pudding canadese, la pumpkin pie, le crepes, solo per fare qualche esempio famoso. Tanti di questi dolci sicuramente li avrete già assaggiati e li conoscerete alla perfezione, ecco, questi sono gli effetti della globalizzazione che ci fa dimenticare che quello che compriamo al bar è un dolce la cui ricetta originale è stata concepita spesso in terre lontane. Sono dolci etnici, ma allo stesso tempo non lo sono più, ed è per questo motivo che vi chiedo di segnalarmi le ricette etniche meno conosciute, perché credo sia un viaggio meraviglioso. Il sito ricette dal mondo mi è sembrato subito il miglior sito di ricette di cucina proprio perché oltre ad una quantità enorme di ricette italiane, apre spaccati interessantissimi sul piano etnico. Mi piacerebbe molto che Marianna Pascarella mi segnalasse altre ricette di dolci etnici per ampliare i miei orizzonti culinari.

 

Ricette dolci alla Nutella

La Nutella non è una semplice crema spalmabile al cioccolato e nocciole, lo dimostra il fatto che tutte le altre creme dello stesso tipo abbiano sapori completamente diversi. È l’equivalente italiano della Coca Cola, un alimento con una ricetta segreta che causa forte dipendenza in chi lo consuma. Che faccia bene o faccia male, la nutella è ormai entrata nel nostro immaginario e nella nostra gastronomia, al punto che esistono fior di ricette dolci che nella dicitura non hanno il cioccolato ma appunto la “nutella”, come il panbrioche alla nutella che si ottiene facendo lievitare la pasta, dividendola in tre filoncini (per fare la treccia) e riempiendo ogni filoncino di nutella prima di procedere all’intrecciamento, la nutellotta, una torta farcita e ricoperta di nutella (che è proprio da maniaci), i popolarissimi cornetti alla nutella in pasta sfoglia o in brioche (non so voi, ma io impazzisco letteralmente per la pasta sfoglia), il tiramisù alla nutella, ma anche  la crostata con crema di ricotta e nutella, i biscotti farciti, i muffin, la torta rocher e in generale qualunque tipo di dolce per il quale sia possibile sostituire il cioccolato con la nutella.

 

Ricette Wedding Cake

wedding-cake

wedding cake

La torta nuziale è uno degli aspetti da curare per organizzare un matrimonio. Rosy Fusillo, come ogni wedding planner e in genere come ogni persona di buon gusto, suggerisce di scegliere una torta che sia in sintonia con il tema della cerimonia e più nello specifico con il carattere degli sposi. Premettendo che in genere la torta per il matrimonio è a due piani, se gli sposi ad esempio sono amanti del gioco, o se magari c’è un bebè in arrivo, si opterà per una torta decorata come se fosse fatta di scatole da regalo impilate una sull’altra, se invece la coppia è elegante fuori e dentro, la torta verrà decorata in stile Chanel. Qui al di là della torta in sé entriamo nel dominio del cake design, un mondo fatto di pasta di zucchero e decorazioni fatte ad arte. Ci sono veri e propri artisti della decorazione torte, ai quali va il mio rispetto totale.

 

Ricette dolci per le feste

Le festività sono il momento al quale ci si prepara per mesi, facendo sacrifici tra dieta e sport, soffrendo, privandosi anche di piccoli e innoqui momenti di piacere. Di seguito un tributo all’eroismo di questi patrioti del peso/forma. Una breve antologia delle ricette per le quali tutti noi passiamo la vita ad aspettare che arrivi il momento catartico della celebrazione, perché diciamo la verità, cos’è il carnevale senza le chiacchiere? E cos’è la pasqua senza pastiera? Lontani dall’ipocrisia del rito sociale o religioso, andiamo al “sodo” e parliamo di ciccia 😉

Dolci di Natale

Gli struffoli, il panettone, il pandoro, il torrone, i mustaccioli (o mostaccioli), i roccocò, i biscotti per l’albero (che tenerezza), lo zabaglione (o zabajone), il tronchetto di Natale, il castagnaccio. Questo è solo un rapido elenco, però vorrei raccontarvi una storia sul panettone, che immagino sia un po’ in tutt’Italia il dolce di Natale per eccellenza. Sapete che esistono le degustazioni di panettone? Una mia amica, Gaia, ogni Natale organizza una degustazione di panettoni invitando amici a cena e mettendo in gara vari panettoni artigianali, tra cui anche quello fatto da lei. Mi ha raccontato che si sono trovati ad acquistare “per caso” un panettone al modico prezzo di 60 euro da uno chef stellato. Lo chef in questione lo aveva descritto come il prodotto di 60 ore di lievitazione (un euro all’ora) e di una cura maniacale per i dettagli. Risultato: i 60 euro peggio spesi della loro vita, il panettone era pessimo! Sapete che vi dico? Certe volte è meglio un panettone fatto in casa o al limite da supermercato, che avranno pure i conservanti, però non sono da buttare.

Dolci di San Valentino

ricette san valentino

ricette san valentino

La festa degli innamorati non ha dolci tipici. Diciamo che la forma stilizzata del cuore e il (solito) cioccolato, la fanno da padrone nella festa che ormai ha segnato il predominio della Perugina, che con i suoi baci al cioccolato ha raggiunto il monopolio commerciale sui regali del 14 febbraio. La festa di San Valentino è talmente mielosa e stucchevole che  il santo che nel calendario viene subito dopo San Valentino, San Faustino, è stato eletto d’ufficio a protettore dei single. Anche questo è colpa della Perugina? Non lo so, sta di fatto che la mossa commerciale di spostare il significato di quei cioccolatini con la nocciola sopra, che originariamente si chiamavano “cazzotti” perché ricordano la forma di una nocca, cambiandone il nome in “baci”, ha dato alla Perugina uno slancio incredibile, facendo diventare quello dei baci, un caso da manuale di marketing, per la capacità di un’azienda di spostare enormi fatturati su di un prodotto che non funziona, semplicemente cambiandogli il nome. I dolci di San Valentino sono chiaramente tutte le varianti dei dolci al cucchiaio e delle torte al cioccolato o altre prelibatezze come le cupcake alla nutella, I Baci Perugina sono tra i più popolari e romantici cioccolatini che esistano in commercio, per questo molte pasticcere “innamorate” preparano torte al cioccolato usando i baci perugina come decorazioni o guarnizioni. Ora io, vi dico la verità, nonostante la stucchevolezza della cosa, sarei ben lieto di sacrificarmi 😛

Dolci Carnevale

Il carnevale segna l’ingresso in quaresima, quel periodo di 40 giorni prima di Pasqua nel quale non si dovrebbe mangiare carne. Nel corso del tempo si è passati a non mangiare carne solo il venerdì, fino a giungere alla conclusione generica che vale tutto l’anno “venerdì pesce”. Ecco come un rito religioso si trasforma in una prassi dietologica. I dolci tipici di Carnevale sono le chiacchiere o frappe, che possono essere intinte nel sanguinaccio, una crema al cioccolato fatta con la farina, che però anticamente si faceva mischiando il cioccolato con il sangue di maiale (e non nascondo che la curiosità di assaggiarlo ce l’ho sempre avuta), le castagnaole, pasta fritta o cotta al forno che può essere riempite con crema e cioccolato. Una cosa che noto è che in queste feste invernali si consumano molti più dolci “grassi”, cioè fatti con abbondante zucchero, uova, burro e cioccolato. Sarà forse per via del freddo, diciamo così. 😉

Dolci di Pasqua

Fondamentalmente la Pasqua è il momento di pastiere e colombe. In Sicilia fanno l’agnello di marzapane, in Campania il migliaccio. Direi che la Pasqua più del Natale ha i suoi dolci tipici che però in molti siti di cucina mancano. Sarebbe bello avere qualche risorsa in più da consultare, ma per questo servirebbero più siti dedicati alle ricette regionali verso cui attingere.

 

Ricette dolci regionali dei Santi

zeppole san giuseppe

zeppole san giuseppe

Paese che vai usanze che trovi, vale per continenti diversi, nazioni diverse, città diverse e andando in fondo, anche tra famiglia e famiglia si possono trovare abitudini e usanze specifiche, insomma, tutto è relativo. Il discorso sui dolci tipici gira intorno al culto dei Santi locali. La festa del patrono è sempre legata alla tradizione pasticciera locale, quindi, una delle più antiche mosse di comunicazione arrivate fino ad oggi è stato intitolare il dolce tipico alla festa del Santo protettore.

Torrone di Ognissanti o torrone dei morti

Ce ne sono di diversi tipi, quelli che preferisco sono tutto cioccolato e nocciole, il classico, magari nella variante al pistacchio, caffè e nutella. Per realizzare il torrone ci vuole la Pasta Alba, che è una pasta tipica per torrone e cioccolatini, la si trova nei negozi specializzati in articoli per pasticceria.

Zeppole di San Giuseppe

Sebbene quelle fritte siano molto richieste, io preferisco la consistenza delle zeppole fatte al forno. Per altro ci si può aiutare anche col Bimby per ottenere l’impasto perfetto di acqua, burro, sale, zucchero e farina.  Sono una tradizione napoletana per la festa del papà, ma comunque un ottimo dolce per tutto l’anno!

La cuccìa di Santa Lucia

Semplicemente grano cotto. Un piatto dolce poverissimo della tradizione palermitana, pieno di devozione. Mi ha colpito moltissimo la citazione popolare

“Santa Lucia pani vurria, pani nun n’haiu, accussì mi staiu”
(Santa Lucia vorrei del pane, ma pane non ho, così mi sto – resto digiuno).

Sfinci di San Giuseppe

Proprio come lo sfincione, una focaccia morbida con sugo di pomodoro e aglio tritato finemente, la Sfincia è morbida. Quella detta di San Giuseppe è un dolce tradizionalmente consumato il 19 Marzo ed ha una pasta estremamente soffice. Il condimento è composto da una delicata crema dolce di ricotta, con piccole gocce di cioccolato fondente e decorate con frutta candita, solitamente una scorzetta d’arancia e una ciliegia.

Occhi di Santa Lucia

Gli occhi di Santa Lucia sono taralli dolci tipici della Puglia che si preparano durante le Feste. Si ottengono impastando farina vino e olio, infornandoli poi a 150° per 20 minuti. Quando si sono raffreddati si immergono completamente nella glassa e il gioco e fatto. A qualcuno fa un po’ impressione sentirli chiamare “occhi”… e in effetti li capisco pure.

Paste frolle di Santa Lucia

Le tradizionali frolle di Santa Lucia sono biscotti di pasta frolla con zucchero a velo, ai quali vengono date forme di soggetti natalizi. Essendo un dolce tipico tradizionale, ogni famiglia prepara le frolle con la propria ricetta tramandata di anno in anno. Mi piace moltissimo l’idea che una tradizione legata a una Santa e al Natale, si porti dietro una scia di variazioni tanto sconfinata, tutte rigorosamente nella notte tra il 12 e il 13 dicembre.

Dolce di San Martino

Il dolce di S. Martino è fatto di pasta frolla, glassa di zucchero e praline a forma del Santo a cavallo con spada e mantello. La festa di San Martino è una delle più originali tradizioni veneziane. L’11 novembre i bambini, armati di pentole e coperchi girano per le strade chiedendo monete o dolcetti a quelli che incontrano e cantando una simpatica filastrocca in veneto

Ricetta Dolce di Santa Caterina

Si tratta di una ricetta brianzola che risale addirittura nel 1.400. Dovrebbe essere un dolce molto semplice, di cui però su internet non riesco a trovare la ricetta. Se qualcuno la conosce me la potrebbe indicare?

Ok, fatto. Per farvelo sapere, scrivendo quest’articolo ho perso mezzo litro di sangue, quindi in termini assoluti, si, sono dimagrito. Obbiettivo raggiunto! 

Ricette Dolci ultima modifica: 2014-02-13T12:30:12+01:00 da Claudia Cammarano
Post Tags:

Comments are closed.