Paura del dentista, il mio metodo infallibile per superarla

vincere la paura del dentista

vincere la paura del dentista

L’odontofobia è la paura del dentista. Questo problema è stato riconosciuto come una malattia vera e propria dall’organizzazione mondiale della sanità e riguarda principalmente le persone che necessitano di un impianto dentale, chi a causa di disallineamenti dentali o malocclusioni necessita trattamenti di ortodonzia assimilabili all’apparecchio per i denti e infine chi vede le proprie gengive ritirarsi e teme che la sua gengivite stia degenerando in parodontite. Pare che siano in tanti ad essere colpiti da questo disturbo, addirittura un quinto della popolazione mondiale. Non parlo dell’ansia di sedersi sulla poltrona del dentista, quella ce l’hanno tutti, mi riferisco proprio a una paura tale da considerare il dentista un argomento tabù, di cui non si può e non si deve parlare.

Comprendi il tuo dentista
Conoscilo
Come fidarsi del dentista
La paura del dolore
Come sconfiggere la paura del dentista
Alleati con te stesso
Come ho lavorato su di me
Come si smette di pensare
La legge di attrazione

Io rientravo in quella parte di popolazione che vive nel terrore al solo pensiero di entrare in uno studio dentistico. In questo articolo ti spiegherò come ho fatto a non avere più paura del dentista.

 

Quanto costa il dentista?

 

Nella maggior parte dei casi, quando abbiamo paura tendiamo a chiuderci in noi stessi e a non essere più ricettivi verso il mondo esterno.

 

Quando hai paura sei solo e sei in pericolo

 

Questo tipo di approccio è esclusivo, cioè esclude tutto e tutti. L’ho superato allontanandomi dal mio ego e cercando di compenetrarmi nel centro della mia paura, il mio dentista.

 

Comprendi il tuo dentista, aiutalo ad aiutarti

Il tuo dentista è una persona che dovresti ringraziare ogni giorno, perché svolge uno dei lavori più importanti al mondo. Consente alle persone di tornare a sorridere. La cosa più bella che tu possa fare per te e per lui è metterlo in condizione di fare un buon lavoro.

 

Conoscilo

Fissa uno o più incontri con lui, fatti raccontare le sue esperienze professionali e le tecniche che utilizza in campo di implantologia o di ortodonzia invisibile. Chiedigli di mostrarti la sala operatoria nella quale verrai sottoposto all’impianto dentale. Devi trovare in lui una persona estremamente disponibile e pronta a rispondere a tutte le tue domande. Spesso anche solo la paura di perdere un impianto dentale diventa un freno che rende difficile rivolgersi a un odontoiatra, anche se il più delle volte il dente che si muove non è un problema che riguarda l’impianto in titanio, ma semplicemente la corona che si sta staccando da esso. Si risolve in un attimo rinsaldando la capsula.

Consentigli di stabilire con te il corretto rapporto medico/paziente, che è già terapeutico da solo.

 

Il rapporto medico paziente è considerato importante per vincere la malattia fin dai tempi antichi. Essere in armonia con il medico che ti sta curando, ha un riscontro effettivo sulla buona riuscita di una cura o di un intervento chirurgico come un impianto dentale. Se hai paura del dolore, lui può aiutarti a superarla attraverso il dialogo, se invece hai paura del dentista le cose si complicano, per questo devi imparare a fidarti di lui.

 

Come fidarsi del dentista

Devi guardarlo bene in volto quando ti parla del tipo di impianto che ti realizzerà. Le persone appassionate al proprio lavoro si riconoscono facilmente, perché hanno una luce negli occhi, che come un fuoco illumina l’intero ambiente in cui si trovano. Ci sono poi altri dentisti che nemmeno ti guardano in faccia perché per loro sei solo un numero di fattura. Cerca i primi, fuggi dai secondi. Sono diventato molto amico del mio dentista che si chiama Fabio Cozzolino, al punto che ormai ci sentiamo anche per parlare del mio lavoro o delle vacanze. Può esserti utile consultare i siti web delle più autorevoli associazioni nazionali sulle diverse branche dell’odontoiatria:

Molte persone tendono a fermarsi al primo dentista che scelgono attraverso il web dopo aver effettuato ricerche su Google. Solitamente il 90% dei pazienti si ferma al primo studio che visita di persona. Non capisco come si possa essere così meticolosi sul web e poi affidarsi al primo implantologo, parodontologo o ortodontista che si incontra di persona. Le credenziali vanno bene, ma oltre questo è importante stabilire un buon rapporto umano con lo specialista. Ci si deve piacere sinceramente.

 

La paura del dolore

Mi sono accorto che il problema principale rispetto ai dentisti, non è la paura in senso generico e non è il dolore, ma la paura del dolore. La paura del dentista è tutta un’illusione frutto della nostra mente. Lo stesso disturbo patologico, appunto l’odontofobia, non si basa quasi mai su una paura fondata, concreta e razionale, derivante da un’esperienza diretta, ma sull’idea che il dentista sia a prescindere una fonte di dolore. La nostra mente è convinta che proverà un’esperienza dolorosissima a tal punto che genererà tutte le preoccupazioni legate a un evento di fatto mai vissuto. Insomma, se dal dentista non ci sei mai andato, come fai a sapere che ti farà male? Il risultato di questa paura è che proverai dolore fisico ancora prima che il dentistica ti abbia chiesto di aprire la bocca. La logica è quella della profezia che si auto adempie, una teoria formulata dal noto sociologo Thomas Merton.

 

Come sconfiggere la paura del dentista

L’unico modo per vincere la paura del dentista è riprogrammare la mente, riorganizzare le conoscenze in modo da creare un nuovo ancoraggio cognitivo che sia diverso dal preconcetto dentista = dolore. Per arrivare a questo possiamo sfruttare la programmazione neuro linguistica (PNL) immettendo nella mente una serie di concetti nuovi, che prima non avevamo mai associato al dentista. Un buon punto di partenza è vedere il dentista come un professionista che ha fatto un percorso umano e professionale tale da riuscire sempre a farti vivere l’esperienza dell’impianto dentale con la massima serenità, comfort, tranquillità. Ogni specialista infatti ha studiato sui libri oltre che sul campo, il modo di avere a che fare con te per renderti l’esperienza più familiare, leggera e sicura. Il suo modo di parlarti sarà sempre rassicurante. Dovrai imparare ad affidarti a lui e fargli fare il suo mestiere, che non è semplicemente quello di realizzarti un impianto dentale ma prendersi cura di te, in tutti i modi in cui un individuo può prendersi cura di un altro.

 

La paura del dentista è un luogo comune. Fin da quando eri piccolo, il dentista ti è stato mostrato come una specie di orco dal quale mamma e papà ti avrebbero trascinato se avessi fatto il cattivo. Questa credenza finisce con il condizionarti ancora oggi anche se dentro di te sai bene che non c’è niente di vero, come nella maggior parte dei luoghi comuni.

 

Alleati con te stesso

Questa è la cosa più difficile, innanzitutto perché devi capire che in te c’è sempre una parte sana e una che ha bisogno d’aiuto. La parte da aiutare si trova nella tua mente ed è quella che si preoccupa di tutto e genera le paure che ti soffocano. La parte sana invece è il tuo io interiore, che conosce bene ciò di cui ha bisogno, ma non può arrivare a fartelo capire se la tua attenzione è catturata dalla mente, così rumorosa e caotica. Devi respirare profondamente e lasciare che i pensieri legati alla paura scorrano via. Non opporti a loro, lasciali scorrere. Leggi questo racconto sul coraggio di curarsi.

Se saprai essere presente e avrai pazienza, riuscirai ad ascoltare il messaggio che proviene dal profondo del tuo essere: un messaggio di pace, fatto di silenzio e di abbandono. Solo allora potrai smettere di avere paura.

 

Come ho lavorato su di me

Quando ho smesso di pensare, la mia mente si è riempia di intuizioni. Nel momento in cui mi sono accorto che le paure non sono reali (non lo sono mai) ma programmate nel tempo a livello inconsapevole, non solo la paura del dentista, ma anche quella delle tasse, del lavoro, dei rapporti con i colleghi e in generale tutte le paure che avevo, si sono dissolte come in una bolla di sapone.

 

Come si smette di pensare

Pensare è un po’ come respirare. Se smettiamo di respirare il nostro corpo muore in pochi minuti, se invece smettiamo di pensare, è la nostra mente a spegnersi, perché facciamo in modo che venga meno la sua funzione principale che è risolvere problemi.

La nostra mente è uno strumento formidabile perché funziona in ogni momento attraverso il pensiero elaborando soluzioni per i nostri problemi.

Quello che ci causa dolore è il fatto che la mente non si può spegnere, quindi continuerà a elaborare possibili soluzioni per risolvere problemi anche quando i problemi non ci sono. Quando infatti non hai un problema da risolvere nell’immediato, la tua mente ne recupera uno dal passato da rielaborare o dal futuro da contrastare prima che si verifichi. In entrambi i casi, essendo questi problemi lontani e non presenti, di fatto non sono reali.

 

Ci preoccupiamo per un sacco di motivi che esistono solo nella nostra mente e sono legati a un passato che non è più, o a un futuro che non è ancora. Se ci pensi un attimo, quali problemi hai in questo momento? Va tutto bene “adesso”?

Se la risposta è si, allora dovresti fare pace con la tua mente e chiederle come ho fatto io di non preoccuparsi del fatto che hai sempre avuto paura del dentista, né del fatto che sai di doverci andare per fare un impianto. Entrambe queste preoccupazioni non riguardano questo momento, lasciale scorrere via, ritorna presente e comincia a vivere solo in questo momento. Tutto quello che esiste è questo momento. È sempre stato così, solo che non te ne sei accorto, perché eri troppo occupato a pensare a come difenderti da fantasmi e preoccupazioni legate al passato come rancori irrisolti o al futuro, come ansie per situazioni ipotetiche. Tutto finto.

 

La legge di attrazione

Esiste un altra legge universale, legata alla fisica quantistica, la legge d’attrazione, per la quale ogni cosa che noi crediamo reale finisce col manifestarsi. Se hai paura del dentista e nello specifico hai fede nel fatto che proverai un grande dolore, stai costruendo nel tuo presente quello si verificherà nel futuro. La paura del dolore sarà talmente forte da rendere l’esperienza assolutamente traumatica. Un vero disastro. Secondo questa legge universale, tutti noi andiamo esattamente nella direzione che più o meno consapevolmente tracciamo ogni giorno. Se le cose stanno così, non sarà sufficiente ripetere a te stesso che non hai paura del dentista, perché con la legge di attrazione non vale esprimersi in negativo, anzi peggiorerà solo le cose. Devi esprimerti in positivo, ripetendo più volte a te stesso che hai fiducia nel dentista, che sai che farà un ottimo lavoro, che sei contento di andarci perché ti restituirà il sorriso. Ripeti queste affermazioni ogni giorno più volte, fallo con convinzione e vedrai che piano piano costruirai una realtà nuova, nella quale tu non hai mai avuto paura del dentista.

La paura del dolore è solo un prodotto della tua mente. Sconfiggerla non è così difficile.

Puoi farlo solo in questo momento.

Paura del dentista, il mio metodo infallibile per superarla ultima modifica: 2014-06-30T10:51:01+02:00 da Claudia Cammarano
Post Tags:

Comments are closed.